UPCYCLING

  UPCYCLING              RECYCLING 

 

   Il termine upcycling - riciclo creativo o riuso creativo -  indica la trasformazione di un rifiuto in un nuovo oggetto per mezzo della creatività,

Il concetto di upcycling è ben definito e soprattutto ben distinto dal più conosciuto termine recyclingraccolta differenziata, riciclaggio -.

Mentre alla base del recycling ci sono processi industriali di raccolta, classificazione e trasformazione di materiali di scarto, con l’upcycling si trova un nuovo utilizzo ad oggetti ormai privi di funzione e destinati a essere gettati convertendoli in prodotti nuovi e di migliore qualità, concedendo loro l’opportunità di godere di una seconda vita. La distinzione è evidenziata anche graficamente (vedi nell’immagine il simbolo dell’upcycling, che nelle sue varianti è un cerchio che non si chiude a differenza di quello del riciclo).

L’upcycling presenta analogie intellettuali con l’arte del ready-made inaugurata da Marcel Duchamp, nel solco dell’avanguardia dadaista, con l’opera del 1913 Bicycle Wheel.

Nadia Cargnelli, nel suo percorso di ricerca espressiva, da qualche anno realizza alcune opere utilizzando oggetti o materiali che usualmente vengono gettati perché oramai inutilizzabili quali, ad esempio: vecchie lenzuola, pezzi di legno, parti metalliche, componenti meccanici, elettrici o elettronici di elettrodomestici o apparecchi per la telefonia, ecc.

Assembla creativamente i materiali, che talvolta riveste con resina epossidica, trasformandoli in suppellettili (vedi anche complementi d’arredo -vasi e lampade-) o originali bijoux.

Anche le sue più recenti pittosculture, ad esempio le “Vele”, sono realizzate secondo il concetto dell’upcycling (vedi opere concettuali).